Credito d’imposta mascherine: come funziona

La bozza del testo del decreto liquidità, tra gli altri provvedimenti, comprende il credito di imposta per l’acquisto di tutto ciò che interessa la protezione individuale e per le imprese.

Parliamo di dispositivi di sicurezza come mascherinedisinfettantigel detergenti e tutto ciò che serve per evitare contagi da coronavirus.

Se la novità verrà confermata in via definitiva, il credito d’imposta sull’acquisto di mascherine e disinfettanti sarà di massimo 20.000 euro per tutti gli acquisti fatti entro il 31 dicembre 2020 che non dovranno superare la soglia del 50%, pur rimanendo sempre nel limite massimo fissato a 50 milioni di euro.

L’agevolazione fiscale potrà essere impiegata per le spese relative la sanificazione di tutti gli ambienti e degli strumenti di lavoro, quelle legate all’acquisto di dispositivi di protezione personale come “mascherine chirurgiche Ffp2 e Ffp3, visiere di protezione, guanti, occhiali protettivi, tute di protezione, calzari” e tutto quello che serve a garantire la sicurezza delle persone.

I rimedi in caso di errata fatturazione

Alcune volte accade che le aziende emettano una fattura errata per la vendita di un prodotto ad un cliente o per l’erogazione di un servizio. Cosa fare in questi casi? Non appena ci si accorge dell’errore è fondamentale porvi rimedio altrimenti è possibile incorrere in una multa. I tipi di errori più commessi possono riguardare…

Maggiori Informazioni

Nuova codifica Fattura Elettronica

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato i nuovi codici per la fattura elettronica. Saranno obbligatorie dal 1° gennaio 2021 ma è previsto l’utilizzo facoltativo dal  1° ottobre 2020. Dal 01/10/20 al 31/12/20 il Sistema di Interscambio accetterà fatture elettroniche, note di variazione ed autofatture predisposte sia con il nuovo schema che con quello attualmente utilizzato. Dal…

Maggiori Informazioni

Commercio al dettaglio e servizi alla persona: cosa resta aperto nelle zone rosse

Buongiorno gentili clienti, sotto trovate l’elenco dei negozi che possono rimanere aperti nelle zone rosse: Commercio al dettaglio – Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari) – Commercio al dettaglio di prodotti surgelati –…

Maggiori Informazioni

Ristori per chi chiude: da una a quattro volte in più di luglio

Il decreto ristori è stato attivato per le attività chiuse o danneggiate dal mini lockdown  (2 miliardi) e per la cassa integrazione riservata ai dipendenti e lavoratori di queste stesse attività (2,6 miliardi). Le altre risorse sono destinate ad affitti, fiere, sport, turismo e spettacolo. Per maggiori informazioni, consultare l’articolo allegato:   Clicca per leggere…

Maggiori Informazioni

Esterometro III trimestre 2020

Lo Studio Professionale ricorda la scadenza questo mese dell’Esterometro relativo al III°TRIMESTRE 2020 Vi preghiamo di contattare i vostri programmatori quanto prima e di inviarci entro il 20/10/2020 i file relativi al III°TRIMESTRE 2020, lo studio provvederà una volta ricevuti i file al controllo e all’invio all’agenzia delle entrate. * vi ricordiamo che le fatture già trasmesse…

Maggiori Informazioni