Ordinanza per commercio all’ingrosso e al minuto

ORDINANZA 4 APRILE REGIONE LOMBARDIA

In aggiunta alle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1 del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, sono consentite le seguenti:

  • Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio esclusivamente all’interno degli esercizi commerciali di cui al predetto allegato 1 del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020;
  • Commercio al dettaglio di fiori e piante, esclusivamente con lE modalità della consegna a domicilio, in relazione a quanto previsto dall’art. 1, comma 1 lett. f) del D.P.C.M. del 22 marzo 2020.
  1. B) È vietato il commercio effettuato per mezzo di distributori automatici, fatti salvi i distributori automatici di acqua potabile (c.d. Case dell’acqua) e quelli di latte sfuso, l’accesso ai quali deve avvenire nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
  2. C) La vendita dei prodotti rientranti nelle seguenti categorie merceologiche:
  • computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici in esercizi non specializzati,
  • apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati,
  • articoliperl’illuminazione,
  • ferramenta,vernici,vetropiano e materiale elettrico e termoidraulico,
  • ottica e fotografia

è vietata nei giorni festivi e prefestivi;

  1. G) la consegna a domicilio dei prodotti è consentita agli operatori commerciali (ivi compresi quelli del commercio su area pubblica), limitatamente alle categorie merceologiche previste dal D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, come integrate dal precedente punto a). Come previsto dal Punto 1.12.5 della tabella A del d.lgs. 222/2016, quando l’attività di consegna a domicilio è accessoria ad altra tipologia di vendita, non occorre alcun titolo di legittimazione aggiuntivo. La consegna a domicilio, deve essere svolta nel rispetto dei requisiti igienico sanitari, sia per il confezionamento che per il trasporto, evitando altresì che al momento della consegna vi siano contatti personali a distanza inferiore a un metro;
  2. H) sono sospesi i mercati coperti, i mercati scoperti e le fiere, sia per il settore merceologico alimentare che non alimentare.

  Altre attività economiche

  1. A) si continuano ad applicare le misure adottate con il Decreto del Presidente del consiglio dei ministri 22 marzo 2020, come modificato dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 25 marzo 2020, come stabilito dal D.P.C.M. del 1° aprile 2020, ad eccezione di quanto segue:

a.1) le attività professionali, scientifiche e tecniche di cui ai codici 69 (Attività legali e contabili), 70 (Attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale), 71 (Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche), 72 (Ricerca scientifica e sviluppo) e 74 (Altre attività professionali, scientifiche e tecniche) devono essere svolte in modalità di lavoro agile, fatti salvi gli specifici adempimenti relativi ai servizi indifferibili ed urgenti o sottoposti a termini di scadenza. Qualora l’esercizio dei predetti servizi indifferibili ed urgenti o sottoposti a termini di scadenza comporti il contatto diretto con i clienti presso gli studi delle attività, essi devono avvenire esclusivamente previo appuntamento.

a.2) le attività di cui ai codici 95.11.00 (Riparazione e manutenzione di computer e periferiche), 95.12.01 (Riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari), 95.12.09 (Riparazione e manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazioni) 95.22.01 (Riparazione di elettrodomestici e di articoli per la casa) restano sospese ad eccezione degli:

  • interventi strumentali all’erogazione dei servizi di pubblica utilità, nonché dei servizi essenziali di cui alla legge 12 giugno 1990, n. 146;
  • interventi necessari per la garanzia della continuità delle attività Consentite

ORDINANZA 6 APRILE IN VIGORE DA OGGI:

PERMETTE

  1. il commercio al dettaglio di fiori e piante di cui alla lettera a) del punto 1.2 dell’art. 1 è consentito negli ipermercati e supermercati;
  2. sono esclusi dal divieto di cui alla lettera b) del punto 1.2 dell’art. 1 i distributori automatici presenti all’interno degli uffici, delle attività e dei servizi che in base ai provvedimenti statali possono continuare a restare in funzione, nel rispetto del distanziamento sociale; sono altresì esclusi dal predetto divieto i distributori automatici, ovunque collocati, dei generi di monopolio e dei prodotti farmaceutici e parafarmaceutici;
  3. è consentita la consegna a domicilio per tutte le categorie merceologiche, anche se non comprese nell’allegato 1del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020; la consegna a domicilio deve avvenire nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto. Chi organizza le attività di consegna a domicilio deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro;
  4. è consentita la vendita via internet, corrispondenza, telefono, televisione e radio di tutte le categorie merceologiche,secondo quanto previsto dall’allegato 1 del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020;
  5. le attività di cui al codice Ateco 81.3 (cura e manutenzione del paesaggio) sono consentite limitatamente alla cura e manutenzione di parchi, giardini e aree verdi finalizzate alla prevenzione di danni e alla messa in sicurezza delle stesse aree.

I rimedi in caso di errata fatturazione

Alcune volte accade che le aziende emettano una fattura errata per la vendita di un prodotto ad un cliente o per l’erogazione di un servizio. Cosa fare in questi casi? Non appena ci si accorge dell’errore è fondamentale porvi rimedio altrimenti è possibile incorrere in una multa. I tipi di errori più commessi possono riguardare…

Maggiori Informazioni

Nuova codifica Fattura Elettronica

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato i nuovi codici per la fattura elettronica. Saranno obbligatorie dal 1° gennaio 2021 ma è previsto l’utilizzo facoltativo dal  1° ottobre 2020. Dal 01/10/20 al 31/12/20 il Sistema di Interscambio accetterà fatture elettroniche, note di variazione ed autofatture predisposte sia con il nuovo schema che con quello attualmente utilizzato. Dal…

Maggiori Informazioni

Commercio al dettaglio e servizi alla persona: cosa resta aperto nelle zone rosse

Buongiorno gentili clienti, sotto trovate l’elenco dei negozi che possono rimanere aperti nelle zone rosse: Commercio al dettaglio – Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari) – Commercio al dettaglio di prodotti surgelati –…

Maggiori Informazioni

Ristori per chi chiude: da una a quattro volte in più di luglio

Il decreto ristori è stato attivato per le attività chiuse o danneggiate dal mini lockdown  (2 miliardi) e per la cassa integrazione riservata ai dipendenti e lavoratori di queste stesse attività (2,6 miliardi). Le altre risorse sono destinate ad affitti, fiere, sport, turismo e spettacolo. Per maggiori informazioni, consultare l’articolo allegato:   Clicca per leggere…

Maggiori Informazioni

Esterometro III trimestre 2020

Lo Studio Professionale ricorda la scadenza questo mese dell’Esterometro relativo al III°TRIMESTRE 2020 Vi preghiamo di contattare i vostri programmatori quanto prima e di inviarci entro il 20/10/2020 i file relativi al III°TRIMESTRE 2020, lo studio provvederà una volta ricevuti i file al controllo e all’invio all’agenzia delle entrate. * vi ricordiamo che le fatture già trasmesse…

Maggiori Informazioni